Chi siamo
Settori
Servizi agli iscritti
Iniziative
Formazione sindacale
Monitoraggio appalti
Nei posti di lavoro
Formazione continua
Web Cgil
Politiche di genere
Previdenza
Campagna RSU 2018
I contratti
immigrazione
Documenti
Links utili
Archivi
La formazione lungo l’arco della vita

La formazione lungo l’arco della vita

Il rapporto Skills Outlook 2021 dell’OCSE indaga sul significato e l’importanza della formazione lungo tutto l’arco della vita. In allegato.

Lunedi 12 Luglio 2021
Condividi con:
Condividi su Twitter Condividi su Diggita Condividi su Technorati Condividi su My Space Condividi su Digg Condividi su Google Bookmarks Invia a un amico Stampa Ti piace
2
Non ti piace
2

 

La formazione continua è fondamentale per rimanere competitivi sul mercato del lavoro.

E’ questo il messaggio principale che emerge dal rapporto skills outlook 2021 dell’ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico). Per apprendere le competenze necessarie ad affrontare i rapidi cambiamenti in atto nella società - cambiamenti tecnologici, globalizzazione, migrazione, mutamenti ambientali e digitalizzazione, nonché eventi improvvisi innescati dalla pandemia covid-19 - è importante una formazione estesa lungo tutto l’arco della vita capace di offrire agli individui stessi la possibilità di gestire il cambiamento.

Una visione della vita in tre periodi, esemplificata da istruzione-lavoro-pensione, è superata in un contesto così complesso e in rapida evoluzione.
Le competenze acquisite nel con
testo dell’istruzione formale o di un lavoro diventano obsolete. di conseguenza, i lavoratori devono mantenere, aggiornare e accrescere le proprie conoscenze per adattarsi e, se possibile, anticipare gli sviluppi tecnologici.
L’appren
dimento permanente avviene in contesti formali (scuole e centri di formazione), informali e non formali (colleghi e formatori sul posto di lavoro) e l’apprendimento non intenzionale che deriva da interazioni sociali spontanee.

Coinvolge individui giovani e meno giovani, con esperienze, motivazioni e abilità diverse.
I
n un contesto così in rapida evoluzione, la comunicazione, il lavoro di squadra e le capacità organizzative sono tra le competenze trasversali più richieste dai datori di lavoro in un’ampia varietà di occupazioni.
A
llo stesso tempo anche le capacità cognitive, come quelle di leadership, di problem solving, digitali, sono trasversali tra i lavori e i contesti lavorativi. Amerge con evidenza quindi il bisogno di acquisire competenze e conoscenze diverse nelle diverse fasi della vita e in contesti diversi, sviluppando il giusto mix di competenze trasversali e tecniche, per consentire agli individui di essere in grado di adattarsi e avere successo nel mercato del lavoro e nella società.

I
l rapporto mette in evidenze tre raccomandazioni chiave per colmare i divari di competenze: 
- mettere gli studenti al centro dell’apprendimento: opportunità di apprendimento diversificate possono migliorare la qualità dell’istruzione e della formazione.
- c
ompetenze per tutta la vita: l’apprendimento permanente si basa su solide competenze di base, sulla volontà di apprendere e sull’abitudine all’apprendimento.
-
è necessario un forte coordinamento tra i diversi attori coinvolti per creare sinergie e massimizzare le opportunità di apprendimento, nonché l’elaborazione di politiche coerenti in materia di istruzione, mercato del lavoro e sviluppo economico.

Approfondimenti su (in inglese):

https://www.oecd-ilibrary.org/sites/0ae365b4-en/index.html?itemId=/content/publication/0ae365b4-en