Chi siamo
Settori
Servizi agli iscritti
Iniziative
Formazione sindacale
Monitoraggio appalti
Nei posti di lavoro
Formazione continua
Web Cgil
Politiche di genere
Previdenza
Campagna RSU 2018
I contratti
immigrazione
Documenti
Links utili
Archivi
Sorrentino a Bongiorno, no mani in tasca a lavoratori pubblici

Sorrentino a Bongiorno, no mani in tasca a lavoratori pubblici

Ministro in meno di 24 ore smentisce se stesso su interessi liquidazione anticipata. Dichiarazione di Serena Sorrentino, Segretaria generale FP CGIL nazionale.

Giovedi 10 Gennaio 2019
Condividi con:
Condividi su Twitter Condividi su Diggita Condividi su Technorati Condividi su My Space Condividi su Digg Condividi su Google Bookmarks Invia a un amico Stampa Ti piace
3
Non ti piace
1
"Quindi il ministro ancora una volta, in questo caso a distanza di meno di 24 ore, smentisce se stesso dichiarando apertamente che si metteranno le mani nelle tasche dei lavoratori pubblici". Così la segretaria generale della Fp Cgil, Serena Sorrentino, commenta le parole del ministro della Pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno, che oggi, a differenza di quanto affermato ieri, sostiene che solo una parte degli interessi per avere subito la buonuscita sarà a carico dello Stato.

"È un problema del governo - prosegue - aver determinato una disparità di trattamento tra lavoratori pubblici e lavoratori privati e una penalizzazione per i dipendenti pubblici e ora, addirittura, dovrebbero pagare in parte il percepimento anticipato del Tfr/Tfs che è, ricordiamolo, accantonamento di parte di salario. Non ci stiamo, contrasteremo questa ingiustizia", conclude Sorrentino.