Chi siamo
Settori
Servizi agli iscritti
Iniziative
Formazione sindacale
Monitoraggio appalti
Nei posti di lavoro
Formazione continua
Web Cgil
Politiche di genere
Previdenza
Campagna RSU 2018
I contratti
immigrazione
Documenti
Links utili
Archivi
SIT IN per dire NO al DL Pillon ! Cagliari, 10 novembre 2018

SIT IN per dire NO al DL Pillon ! Cagliari, 10 novembre 2018

La CGIL partecipa, ad ogni livello, alla mobilitazione in corso per chiedere il ritiro del DDL Pillon, sulle norme in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità. In allegato l’appello delle Associazioni promotrici.

Lunedi 05 Novembre 2018
Condividi con:
Condividi su Twitter Condividi su Diggita Condividi su Technorati Condividi su My Space Condividi su Digg Condividi su Google Bookmarks Invia a un amico Stampa Ti piace
20
Non ti piace
19

E’ in corso una mobilitazione a livello nazionale per chiedere il ritiro del DDL Pillon,sulle norme in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità.
La riforma è stata proposta dal senatore da cui prende il nome, Simone Pillon, animatore del Family Day che si batte contro le unioni civili e l’aborto.
Un decreto che, come dichiara la stessa ONU:  “introdurrebbe disposizioni che potrebbero comportare una grave regressione, alimentando la disuguaglianza e la discriminazione basate sul genere, e privando le vittime di violenza domestica di importanti protezioni”.
Il disegno di legge incide pesantemente sulla vita dei minori, obbligandoli ad avere il doppio domicilio e a spostarsi da una casa all’altra; mette a rischio le donne che vogliono uscire da relazioni violente,imponendo la mediazione obbligatoria e a pagamento; incrementa il conflitto e allunga i tempi di separazione dei coniugi; non considera le disparità economiche ancora presenti tra i generi in Italia eliminando l’assegno di mantenimento e costituisce una pesante ingerenza dello Stato nelle scelte di vita delle persone.


A Cagliari il  sit-in si terrà in Piazza Garibaldi alle ore 17:00. Vi aderiscono la Cgil Sarda, il  Coordinamento donne dello Spi Regionale , la Camera del Lavoro di Cagliari, il Centro Donna Cgil Cagliari e diverse associazioni della realtà territoriale. 

Sono a rischio l’autodeterminazione delle persone, la tutela delle donne e dei minori nonchè i diritti di cittadinanza che con tanta fatica siamo riusciti a conquistare.

E’ importante esserci per dire  NO al DECRETO PILLON!

Allegati Notizia