Chi siamo
Settori
Servizi agli iscritti
Iniziative
Formazione sindacale
Monitoraggio appalti
Nei posti di lavoro
Formazione continua
Web Cgil
Politiche di genere
Previdenza
Campagna RSU 2018
I contratti
immigrazione
Documenti
Links utili
Archivi
AIAS: presidio sindacale 25 gennaio 2018

AIAS: presidio sindacale 25 gennaio 2018

La FP CGIL e la CGIL di Cagliari e della Sardegna, in risposta al licenziamento del compagno Michele Serra, promovono un presidio sindacale della sede AIAS di Cagliari, che si terrà giovedì 25 dalle ore 16:00. In allegato il documento approvato dalla FP CGIL sarda

Martedi 23 Gennaio 2018
Condividi con:
Condividi su Twitter Condividi su Diggita Condividi su Technorati Condividi su My Space Condividi su Digg Condividi su Google Bookmarks Invia a un amico Stampa Ti piace
126
Non ti piace
95

Assemblea generale della Funzione Pubblica CGIL della Sardegna
Ordine del giorno sulla vertenza AIAS e sul licenziamento del compagno Michele Serra
Tramatza, 22 gennaio 2018


"L’Assemblea generale della FP CGIL della Sardegna, riunita a Tramatza il 22 gennaio 2018, ha appreso con preoccupazione e con allarme del licenziamento, da parte dell’AIAS, del compagno Michele Serra, lavoratore del Centro AIAS di Uta e dirigente della FP CGIL di Cagliari.

 

A Michele è stato contestato di aver rilasciato, sui quotidiani della nostra regione, alcune dichiarazioni considerate lesive dell’immagine dell’Associazione.

Le dichiarazioni di Michele, rilasciate sempre nel rispetto delle persone e delle Istituzioni, sono sempre state tese a rappresentare il disagio e le difficoltà delle lavoratrici e dei lavoratori dell’AIAS in ragione dei noti, gravissimi ritardi nel pagamento delle retribuzioni nonché a sollecitare l’AIAS stessa, la Regione e l’ATS ad agire responsabilmente nell’ambito delle rispettive competenze.

Con questo licenziamento l’AIAS cerca di colpire un lavoratore integerrimo ed un sindacalista corretto e rispettato, per contrastare all’iniziativa intrapresa da anni dalla FP CGIL e dai sindacati dei lavoratori nel loro insieme, attaccando la libertà di espressione dei lavoratori, il diritto al dissenso, la praticabilità dell’iniziativa sindacale arrivando a negare diritti costituzionalmente garantiti.

L’Assemblea generale della FP CGIL della Sardegna impegna se stessa e tutta l’organizzazione a reagire a questo attacco, difendendo con determinazione i diritti dei lavoratori, il ruolo e gli spazi di azione delle loro rappresentanze sindacale.

Sollecita le lavoratrici ed i lavoratori, la società sarda e le Istituzioni a respingere un’arroganza padronale che non ci sorprende ma che confidiamo che la nostra comunità regionale non intenda continuare a sopportare, scegliendo di agire perché l’AIAS sia costretta a ritirare il licenziamento e a subire le conseguenze delle sue azioni.

L’Assemblea regionale impegna la Segretaria regionale della FP CGIL a sviluppare ogni iniziativa utile alla piena e conseguente applicazione della delibera della Giunta regionale 23/25 del 9 maggio 2017, laddove si prevede che “oltre la violazione degli obblighi assicurativi, previdenziali e in materia di sicurezza sul lavoro, viene considerata quale grave inadempimento contrattuale la mancata corresponsione delle retribuzioni ai lavoratori in quanto: incide sul rapporto fiduciario che deve necessariamente sussistere tra i contraenti; - determina, in caso di ricorso alla procedura ai sensi dell’art. 1676 del codice civile, un aggravio dell’attività amministrativa a carico dell’ATS; - può influire, direttamente o anche in via solo incidentale, sulla qualità delle prestazioni erogate a favore dei pazienti”.

L’attuazione di tale delibera, rafforzata dal pronunciamento del TAR che, proprio nella giornata di ieri, ha respinto il ricorso presentato dall’AIAS contro tale delibera, permetterebbe di restituire una prospettiva di decenza e di dignità al lavoro ed ai servizi gestiti in tale ambito.

La manifestazione che terremo il prossimo 25 gennaio 2018 alle ore 16:00 davanti alla sede dell’AIAS a Cagliari, alla quale invitiamo ad assicurare la più ampia partecipazione, costituisce l’ulteriore iniziativa della FP CGIL per richiedere la revoca del licenziamento del compagno Michele Serra e per portare a soluzione la vertenza dell’AIAS.

Approvato con voto unanime."
Allegati Notizia